STEM FOR YOUTH: al via il progetto europeo che fa innamorare ragazzi e ragazze delle materie STEM

STEM FOR YOUTH: al via il progetto europeo che fa innamorare ragazzi e ragazze delle materie STEM

Un approccio attraente e divertente alla medicina, un progetto di respiro europeo che avvicini i ragazzi (e soprattutto le ragazze) alle materie STEM e materiale didattico sempre più stimolante da utilizzare in classe. Parte ufficialmente con questi ambiziosi obiettivi il progetto STEM FOR YOUTH, realizzato da Fondazione Umberto Veronesi e che vede anche la collaborazione di De Agostini Scuola.

I punti di partenza del progetto- finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito dei progetti Science in and for Society e che coinvolge dieci partner in sei paesi europei- sono quelli di rispondere alla crescente necessità del mercato del lavoro di profili scientifici, e di venire in soccorso a tutte le scuole che nell’indirizzare gli adolescenti, e soprattutto le ragazze, verso una carriera scientifica, incontrano difficoltà e pregiudizi.

STEM FOR YOUTH proporrà agli alunni italiani, polacchi, greci, cechi, spagnoli e sloveni numerose attività educative il cui filo conduttore sarà far comprendere agli studenti come la scienza e la tecnologia facciano parte della nostra vita quotidiana e come sia possibile divertirsi con la scienza ed innamorarsene.

Il progetto, che si rivolge principalmente ai giovani tra i 14 e i 19 anni, fornirà ai responsabili dei sistemi scolastici un valido strumento per valutare l’impatto di questi percorsi sul mercato del lavoro: giochi, laboratori, mini festival organizzati dagli studenti, interventi all’università, lezioni che mescolano musica e matematica, arti visive e ingegneria, medicina e bioetica e un sito web in inglese (www.stem4youth.eu) in cui studenti e insegnanti da tutta Europa condivideranno materiale e attività didattiche. Sono queste le iniziative che prenderanno forma attorno alle 7 materie STEM per eccellenza: matematica, fisica, astronomia, chimica, ingegneria, medicina e cittadinanza scientifica.
Fondazione Umberto Veronesi sta realizzando in prima persona il kit didattico di medicina: la materia verrà esplorata attraverso 6 moduli, all’interno dei quali il docente potrà trovare linee guida per condurre la lezione, materiale didattico per gli studenti, simulazioni, test di valutazione o verifica e contenuti creativi come video e giochi interattivi.

Nella scelta dei moduli per medicina, Fondazione Umberto Veronesi ha ritenuto importante proporre argomenti innovativi e di frontiera, affrontando quelli che sono i temi caldi dell’innovazione di settore, come la medicina personalizzata.

Leggi anche

Le chiavi di accesso al coronavirus
L’utilità di un inquadramento storico per introdurre argomenti complessi
Parlando di Clima...
Videogiochi e matematica: un'attività per introdurre il piano cartesiano
De Agostini Scuola protagonista al Festival della Scienza di Genova con “Affonda l’elemento - La battaglia navale della Tavola Periodica”
La seconda prova scritta di Matematica e Fisica con l’uso della calcolatrice grafica CASIO FX-CG50