STEM FOR YOUTH: al via il progetto europeo che fa innamorare ragazzi e ragazze delle materie STEM

STEM FOR YOUTH: al via il progetto europeo che fa innamorare ragazzi e ragazze delle materie STEM

Un approccio attraente e divertente alla medicina, un progetto di respiro europeo che avvicini i ragazzi (e soprattutto le ragazze) alle materie STEM e materiale didattico sempre più stimolante da utilizzare in classe. Parte ufficialmente con questi ambiziosi obiettivi il progetto STEM FOR YOUTH, realizzato da Fondazione Umberto Veronesi e che vede anche la collaborazione di Deascuola.

I punti di partenza del progetto- finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito dei progetti Science in and for Society e che coinvolge dieci partner in sei paesi europei- sono quelli di rispondere alla crescente necessità del mercato del lavoro di profili scientifici, e di venire in soccorso a tutte le scuole che nell’indirizzare gli adolescenti, e soprattutto le ragazze, verso una carriera scientifica, incontrano difficoltà e pregiudizi.

STEM FOR YOUTH proporrà agli alunni italiani, polacchi, greci, cechi, spagnoli e sloveni numerose attività educative il cui filo conduttore sarà far comprendere agli studenti come la scienza e la tecnologia facciano parte della nostra vita quotidiana e come sia possibile divertirsi con la scienza ed innamorarsene.

Il progetto, che si rivolge principalmente ai giovani tra i 14 e i 19 anni, fornirà ai responsabili dei sistemi scolastici un valido strumento per valutare l’impatto di questi percorsi sul mercato del lavoro: giochi, laboratori, mini festival organizzati dagli studenti, interventi all’università, lezioni che mescolano musica e matematica, arti visive e ingegneria, medicina e bioetica e un sito web in inglese (www.stem4youth.eu) in cui studenti e insegnanti da tutta Europa condivideranno materiale e attività didattiche. Sono queste le iniziative che prenderanno forma attorno alle 7 materie STEM per eccellenza: matematica, fisica, astronomia, chimica, ingegneria, medicina e cittadinanza scientifica.
Fondazione Umberto Veronesi sta realizzando in prima persona il kit didattico di medicina: la materia verrà esplorata attraverso 6 moduli, all’interno dei quali il docente potrà trovare linee guida per condurre la lezione, materiale didattico per gli studenti, simulazioni, test di valutazione o verifica e contenuti creativi come video e giochi interattivi.

Nella scelta dei moduli per medicina, Fondazione Umberto Veronesi ha ritenuto importante proporre argomenti innovativi e di frontiera, affrontando quelli che sono i temi caldi dell’innovazione di settore, come la medicina personalizzata.

Leggi anche

La natura in cattedra per professioni all’avanguardia. La robotica bioispirata in versione “soft”
La lunga strada degli RNA
La gestione della cellula dei rifiuti proteici
STEM: lasciati ispirare dalle storie di queste giovani scienziate!
STEM e Educazione civica: facce della stessa Matematica
Attività STEM per rendere concreto il rapporto tra Matematica e realtà