Strategie cognitive e comportamentali al tempo del Covid: fronteggiare i limiti e incentivare le possibilità

Strategie cognitive e comportamentali al tempo del Covid: fronteggiare i limiti e incentivare le possibilità

Nella difficile situazione di pandemia, ci siamo trovati di fronte ad alcuni paradossi: quanto più abbiamo necessità di stare vicini ai nostri amici, soprattutto nei momenti di stress o di difficoltà, tanto più dobbiamo tenere le distanze per proteggerci dal contagio; l’autonomia è uno dei compiti evolutivi degli adolescenti e invece i nostri studenti sono stati bloccati in casa, impossibilitati a fare nuove esperienze fuori dalla famiglia.

Ma allora cosa significa STAR BENE?

Quali ABILITÀ sono necessarie?

Quali STRATEGIE si possono mettere in atto?

Alcuni genitori hanno espresso il disagio vissuto dagli studenti e dalle loro famiglie nel periodo di pandemia e in particolare durante il lockdown e hanno chiesto sostegno alla scuola. La risposta è stata quella di offrire agli studenti l’opportunità di far emergere le emozioni provate e di condividerle con il gruppo-classe. Il percorso è stato focalizzato sullo stress, le conseguenze psicologiche e l’insieme delle strategie cognitive e comportamentali messe in atto per fronteggiare l’emergenza (strategie di coping, di adattamento e resilienza).

Si è cercato di stimolare la fiducia in se stessi, la consapevolezza della propria unità mente-corpo, la coscienza dei propri limiti (“limite” inteso come rivelatore di potenzialità) attraverso la riflessione sui seguenti argomenti:

  • emozioni e sensazioni degli adolescenti al tempo del Covid;
  • come superare il disagio: le strategie utilizzate dagli adolescenti;
  • come viene percepito il comportamento degli adulti? (in famiglia, scelte del governo e della comunità, atteggiamenti sociali);
  • norme adottate per la prevenzione: quali osservazioni?
  • il senso di responsabilità delle proprie azioni;
  • limiti e possibilità al tempo del Covid.

La peculiarità della situazione rivela l’importanza delle abilità relazionali che consentono di stabilire sane relazioni. La finalità del progetto, quindi, è stata proprio quella di far scoprire ai ragazzi le strategie utili a questo scopo e di riflettere su di esse.

Il progetto si è strutturato nei seguenti interventi:

  1. Laboratorio psicologico
  2. Laboratorio di Mindfulness
  3. Tavola rotonda
  4. Cineforum
  5. Lettura
  6. Brainstorming in chat
  7. Laboratorio di scrittura
  8. Riflessione di gruppo in chat

Dal nostro dialogo con i ragazzi e dai laboratori preparati con loro sono emersi alcuni dati molto interessanti che abbiamo pensato di condividere con i nostri colleghi; il nostro progetto può essere realizzato in qualsiasi contesto scolastico e può essere consultato e scaricato nella

Leggi anche

La promozione di azioni educative e culturali della pratica motoria perché diventi “abitudine consolidata di vita attiva”.
Progettare in educazione fisica e scienze motorie
Studenti più attivi in palestra? Arriva Fit4School, la nuova app per i docenti di Scienze motorie
"Educare al movimento": gli eventi formativi per i docenti di Scienze Motorie
De Agostini Scuola e CONI insieme per lo sport a scuola