Questo l'hai letto? #10 ‘Quando Helen verrà a prenderti’ di Mary Downing Hahn

‘Quando Helen verrà a prenderti’ di Mary Downing Hahn

Questo l’hai letto? è la rubrica di consigli di lettura di DeA Scuola.
Ogni mese un suggerimento di lettura per gli studenti della scuola secondaria di primo grado, corredato di materiali per le attività in classe: un utile strumento per la didattica dell’italiano e per sviluppare nei ragazzi il piacere di leggere.

Perché leggere questo libro. Quando Helen verrà a prenderti è un bellissimo romanzo per ragazzi di una scrittrice americana che si è affermata in particolare come autrice di storie di fantasmi.
La vicenda narrata è ricca di colpi di scena e di suspense, con un crescendo di tensione che accompagna il lettore dalla prima all’ultima pagina, tenendolo letteralmente incollato alla lettura. Bellissimi i personaggi, descritti e costruiti in modo magistrale, in una vicenda che parla anche di come i sentimenti positivi possono superare qualsiasi difficoltà.

«Ero sicura che Heather riuscisse a vedere qualcosa o qualcuno, che riuscisse a sentire una voce che parlava nella brezza.»

M. Downing Hahn, Quando Helen verrà a prenderti, Mondadori, 2020
‘Quando Helen verrà a prenderti’ di Mary Downing Hahn

La vicenda.

Molly, voce narrante della storia, e Michael sono due fratelli adolescenti che devono lasciare la loro casa a Baltimore per trasferirsi in una… chiesa: sì, avete capito bene, andranno ad abitare in una vecchia chiesa, ristrutturata e trasformata in un’abitazione, in un paese di campagna, Holwell.
La mamma, Jean, ha da poco sposato Dave, il quale ha una figlia, Heather, una bambina di sette anni molto antipatica e bugiarda, che accusa continuamente i suoi fratellastri per metterli in cattiva luce e seminare discordia fra i genitori.
Fin da subito la vita nella nuova casa si rivela difficile: Heather non fa nulla per collaborare e Molly e Michael devono subire le sue false accuse e i rimproveri dei genitori, che – a quanto pare – credono a tutto quello che la bambina dice loro.
I due fratelli, però, affrontano in modo diverso la nuova vita: Michael, appassionato di scienze, trova interessante vagare per la campagna e per i boschi alla ricerca di nuovi insetti e piante da aggiungere alla sua collezione. Molly, al contrario, è preoccupata: molte cose di quel posto la inquietano, a cominciare dal bosco che si estende alle spalle della chiesa. La sua inquietudine aumenta ancor di più nello scoprire che, poco lontano dalla casa, c’è un vecchio cimitero, da cui Heather è immediatamente attratta. Già turbata dalla scoperta, Molly rimane sconvolta quando la mamma le rivela che quel cimitero fa parte della loro proprietà.
Tutto si tinge di toni decisamente cupi quando proprio Heather scopre nel cimitero una tomba abbandonata, la tomba di una bambina dal nome Helen di cui nemmeno il guardiano si era mai accorto. Heather sostiene di parlare con il fantasma della bimba morta e minaccia i suoi fratellastri che prima o poi Helen verrà a prenderli… Ma chi è Helen? Perché la sua tomba è solitaria e abbandonata? Molly è terrorizzata e frustrata, perché nessuno le crede, mentre Michael cerca una spiegazione razionale, fino a quando… ma niente spoiler! Ci fermiamo qui.

Attività

1) L’acme della storia

Questa è un’attività individuale di comprensione del testo.
Disegna l’acme della storia, cioè il punto in cui la tensione raggiunge il suo punto più alto. Si chiede ai ragazzi di disegnare una curva, meglio su un foglio A3 usato orizzontalmente o su una doppia pagina di quaderno, segnando tutti i passaggi della narrazione in cui la tensione comincia a salire e disegnando la scena corrispondente. Alla fine si fa una condivisione, confrontando i disegni di ognuno per realizzare poi un unico disegno da appendere in classe.

2) La scatola magica

Questa è un’attività individuale. Procurarsi una scatola di cartone. Personalizzarla secondo il proprio gusto. All’interno si mette:

  • un oggetto particolarmente significativo nella vicenda;
  • un disegno, una fotografia o un fotomontaggio che rappresenti uno dei personaggi della vicenda;
  • un disegno, una fotografia, la pagina di una rivista, ecc. che rappresenti uno dei luoghi descritti;
  • una frase che ti ha particolarmente colpito.

Leggi anche

Parole necessarie - Il lessico della convivenza #Responsabilità
Questo l'hai letto? #11 Consigli di lettura per l’estate
Parole necessarie - Il lessico della convivenza #Libertà
Leggere insieme vale di più. Il social reading per la comprensione profonda e l’apprendimento attivo
Questo l'hai letto? #9 ‘Vivavoce’ di Antonio Ferrara
Questo l'hai letto? #8 ‘I Grigi’ di Guido Sgardoli