Global Teacher Prize: che cos'è e come si fa a partecipare

Global Teacher Prize: che cos'è e come si fa a partecipare

premio-insegnati-kpKB-U1050460707940koF-700x394@LaStampa.itIl Global Teacher Prize è un premio internazionale che viene assegnato annualmente a un insegnante, di qualunque materia e di
qualunque nazionalità, che si è particolarmente distinto nel suo lavoro. È un riconoscimento che l’ente organizzatore, la Varkey Foundation, conferisce alla persona che sa essere cruciale nella vita dei giovani cui insegna; quella persona che, a essere fortunati, può cambiare il nostro modo di pensare e di vedere il mondo, rendendoci migliori.

Quasi tutti nella vita abbiamo incontrato quel particolare professore, o professoressa, che è diventato per noi un riferimento, un appoggio fondamentale che ci ha aperti con fiducia al mondo. Quasi nessuno però, a parte una gratitudine perenne, riesce a premiare il suo insegnante del cuore con un sostegno vero e concreto, che permetta a quello stesso maestro di vita di continuare nel suo lavoro con più fiducia.

L’iniziativa della Varkey Foundation è quindi innanzitutto un riconoscimento del valore pedagogico e sociale dell’insegnante, l’importanza della sua presenza nell’educazione di persone, di cittadini del mondo, della popolazione del futuro. La stessa Fondazione ha infatti come missione proprio la promozione dell’educazione a livello mondiale, con la costruzione di scuole, la preparazione degli insegnanti che lavorano nei luoghi più svantaggiati, e un’attività costante di
advocacy
presso i governi per il sostegno all’educazione a tutti i livelli.

Ma come si fa a essere notati dalla commissione esaminatrice del Global Teacher Prize?

Per rendere il premio il più equo e internazionale possibile, è stata inserita la possibilità di autocandidarsi al premio o di
essere segnalati da alunni, amici o conoscenti attraverso la piattaforma www.globalteacherprize.org. Possono iscriversi tutti gli insegnanti in attività, anche part-time, che tengano corsi frontali oppure online. Le segnalazioni dei docenti e le auto-candidature all’edizione del 2016 4060b25b1e02f249858842348a8b0148si sono chiuse ad ottobre e i 50 finalisti saranno comunicati entro la fine dell’anno.
Le candidature saranno poi esaminate da una commissione di esperti della pedagogia, educatori, giornalisti, imprenditori del settore tecnologico, che con criteri rigorosi individueranno l’insegnante dell’anno, esaminando i successi del candidato in classe, le motivazione dei suoi studenti e le testimonianze degli allievi del passato, verificando l’impatto avuto nella comunità in cui il docente opera. A gennaio 2016 si deciderà poi il vincitore, che verrà annunciato a marzo durante il Global Education and Skills Forum a Dubai, con il patrocinio dello Sceicco di Dubai Mohammed bin Rashid Al Maktoum.

Un dettaglio non indifferente è infine il premio: ben un milione di dollari americani, una testimonianza dell’enorme importanza che l’insegnamento ha, o dovrebbe avere, nella società globale contemporanea.

Leggi anche

Il problema delle due candele
Il divario digitale che esclude bambini e adolescenti dall’istruzione
Competenze STEAM: le sfide del futuro iniziano oggi, a scuola
Peer education: quando gli studenti salgono in cattedra
Didattica multicanale: la nuova frontiera dell'insegnamento