I Libri per tutti: il progetto degli editori per portare i simboli della Comunicazione Aumentativa e Alternativa in classe

24/07/2019

Il progetto “I libri per tutti” è un progetto giovane nato da alcuni dei più gradi gruppi editoriali italiani, ed è ad oggi promosso da Fondazione Paideia insieme a DeA Planeta Libri con il marchio De Agostini, GeMS – Gruppo editoriale Mauri Spagnol con le case editrici Guanda, Salani con il marchio Ape Junior e La Coccinella, Giunti Editore e la Business Unit Ragazzi di Mondadori Libri con le case editrici Mondadori, Piemme – con il marchio Il Battello a Vapore – e Rizzoli. progetto-i-libri-per-tutti

Il progetto, consultabile dal sito ufficiale, propone una vasta libreria digitale e non di libri per la scuola primaria in simboli della CAA, ovvero della Comunicazione Aumentativa e Alternativa.

Ma che cos’è in pratica la CAA?

La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) è un sistema flessibile che utilizza tutte le competenze comunicative della persona (vocalizzazioni o linguaggio verbale, gesti, segni e comunicazione con ausili e tecnologia avanzata) per potenziare le possibilità di accesso alla comunicazione di tutti, non solo bambini e ragazzi con disabilità e bisogni comunicativi complessi, ma anche persone straniere al primo approccio con la lingua locale e soggetti con fragilità di comunicazione di tutte le età. (Dal documento “Principi e Pratiche in CAA”)

Un libro in simboli della CAA viene letto “modellando” con il dito ogni singolo simbolo e simultaneamente dando voce alla parola. La lettura così condivisa crea un contesto di relazione in cui il testo prende vita. I libri De Agostini della collana I libri per tutti sono I tre porcellini, La bella addormentata e Il gatto con gli stivali.

 

Un libro scritto in simboli della CAA non è soltanto un aiuto per rafforzare le relazioni interpersonali dei bambini, ma contribuisce anche a creare un ambiente linguistico di apprendimento. Non si cerca di dare una risposta adeguata ad un bisogno particolare, ma di elaborare nuove strategie per facilitare la comunicazione di tutti: in questo senso introdurre

progetto-libri-per-tutti

i libri in simboli della CAA in classe è agire per modificare il contesto.

L’inclusione non vuol dire assicurare a ciascuno un posto in classe. Essere inclusivi richiede uno sforzo continuo che assicuri la partecipazione attiva di ogni alunno al contesto, al gruppo. Proprio per questo gli insegnanti che utilizzano in classe i libri in simboli della CAA ne evidenziano vantaggi evidenti e cercano di promuovere nuove strategie volte al miglioramento dell’ambiente di apprendimento.

Considerando poi che in questi anni è inoltre cresciuto in maniera considerevole l’utilizzo di dispositivi mobili come smartphone e tablet tra i bambini, soprattutto tra i bambini con disabilità, il progetto-libri-per-tuttilibro in simboli in versione digitale rappresenta uno strumento in grado di offrire strategie comunicative personalizzate e significative modalità interattive di fruizione autonoma della lettura.

 

La didattica inclusiva attraverso i libri in simboli della CAA verrà approfondita in uno speciale di settembre che ti invitiamo a seguire.

Scarica l’app disponibile su App Store e Google Play e inserisci le credenziali del tuo account ScuolaBook. Entrando troverai tutti i libri che hai acquistato e potrai usufruirli anche off line.

> APPLE

> GOOGLE

In «Didattica inclusiva»

Ascissa o ordinata? Giochiamoci su!

18/04/2018 da Paola Morando

Il gioco, utilizzato come strumento didattico a supporto dell’insegnamento della matematica, presenta moltissimi vantaggi, non ultimo quello di rafforzare utili automatismi attraverso la ripetizione...

leggi

Play4Math: per cominciare bene con la matematica!

19/09/2017 da Paola Morando

La scuola ricomincia e con essa i vari progetti di accoglienza per gli studenti, in particolare quelli delle classi prime. E se quest’anno provassimo a unire l’utile al dilettevole, facendo in modo che i ragazzi si conoscano tra loro e al tempo stesso ripassino un po’ di matematica? Basta qualche partita a Check&Guess, uno dei quattro giochi didattici della scatola Play4Math in dotazione a tutti i docenti che utilizzano un libro Dea Scuola per la secondaria di primo grado! L’idea è semplice: dividiamo la classe in due squadre e dopo aver mescolato il mazzo leggiamo la prima domanda, per esempio: “Calcola la percentuale dei ragazzi che ha più di un nome sul registro”...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA