DPR 384/ 2017: ecco come l'Esame di Stato viene ridimensionato

31/05/2017

Quali sono le novità del DPR 384/2017 in materia di Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo? Lo abbiamo chiesto a Mario Castoldi, docente di Didattica Generale e Pedagogia Speciale all’Università di Torino e responsabile scientifico di DeA Formazione.


Moltissime le novità per l’Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo, che esce radicalmente riformato dal decreto legislativo 384/2017, applicativo della L. 107/15. Aldilà degli aspetti procedurali e operativi, ampiamente ripresi dai commenti sul provvedimento normativo apparsi sui media (ridefinizione del credito formativo, annullamento della terza prova scritta, revisione delle prime due prove e del colloquio orale) ci interessa qui evidenziare una chiave di lettura complessiva del provvedimento.
Si assiste ad un ridimensionamento del ruolo e del significato dell’Esame di Stato, che accentua il suo carattere di valutazione interna conclusiva di un percorso di studi, in favore del ruolo delle prove nazionali che diverranno in prospettiva futura l’esito socialmente più rilevante, a partire dalla stessa ammissione all’istruzione universitaria. Sono molti gli indizi che confermano tale lettura:

  • L’incremento dell’incidenza del credito scolastico nel voto complessivo dell’esame di Stato (da 25 a 40 punti)
  • L’alleggerimento dell’esame attraverso l’eliminazione della terza prova scritta;
  • La partecipazione alle prove nazionali come condizione necessaria per l’ammissione all’Esame di Stato;
  • La pubblicazione dei risultati ottenuti nelle tre prove nazionali (Italiano, Matematica, Inglese) nel curriculum della studentessa e dello studente, allegato al diploma.

Non si capisce perché non prevedere, a questo punto, una composizione della Commissione d’esame esclusivamente interna: sarebbe risultata coerente alla ratio del provvedimento e avrebbe comportato anche un notevole risparmio di risorse economiche e di oneri organizzativi per l’amministrazione scolastica, già sufficientemente stressata.
Di fatto si assiste ad una doppia certificazione sociale dei risultati formativi conseguiti nel percorso scolastico: quella interna, affidata alla Commissione d’esame, che si sostanzia nel voto dell’Esame di Stato; quella esterna, affidata ai risultati delle prove nazionali, che si sostanzia nel posizionamento ottenuto in rapporto a ciascuna delle tre prove: italiano, matematica e inglese. Quale delle due certificazioni avrà maggior rilievo sociale non è difficile prevederlo…

In «Secondaria di II grado»

Esperienze di turismo responsabile: la villeggiatura

16/05/2019 da Daniela Campora

Nel primo post dedicato alle buone pratiche di turismo responsabile, abbiamo raccontato alcune esperienze di turismo di comunità. Esploriamo ora la villeggiatura responsabile: quali caratteristiche devono avere le strutture ricettive destinate a questa forma di turismo? a quali tipologie appartengono e quali attività organizzano? Ecco alcuni esempi presenti sul territorio italiano...

leggi

E20. L'attualità in classe. Storia dell'Unione Europea

15/05/2019 da Enrico Caporale

Minacciata dai movimenti euroscettici, piegata dalle diseguaglianze economiche e divisa sulla gestione dei migranti, l’Europa va al voto. “Dai Trattati di Roma del 1957 che diedero vita all’attuale Unione – sottolinea il direttore de La Stampa Maurizio Molinari – si tratta delle elezioni più importanti...

leggi

La simulazione di seconda prova scritta di Matematica e Fisica del 2 aprile 2019 con l’uso della calcolatrice grafica CASIO FX-CG50

24/04/2019 da Gruppo Formatori Casio

Dall’analisi dei problemi e dei quesiti della seconda simulazione della prova di Matematica e Fisica per l’Esame di Stato nei licei scientifici svoltasi il 2 aprile 2019 emerge, in analogia con la precedente simulazione, come l’utilizzo consapevole della calcolatrice grafica CASIO FX-CG50 possa agevolare gli studenti nella risoluzione di alcune richieste...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA