International Light Day: celebrare la luce significa celebrare lo sforzo umano di conoscere non solo nella scienza

International Light Day: celebrare la luce significa celebrare lo sforzo umano di conoscere non solo nella scienza

L’UNESCO dedica il 16 Maggio di ogni anno per celebrare la luce, “International Day of Light“. Il 16 Maggio del 1960 (quindi esattamente 60 anni fa) Maiman mise in funzione il primo laser, dando così un contributo importantissimo alla tecnologia realizzando quella che all’epoca fu chiamata “una risposta in attesa di domande”.

Ma la giornata internazionale della luce vuole mettere in evidenza tutti gli aspetti per cui la luce è così importante per il nostro mondo. Oltre che nella scienza la luce gioca un ruolo fondamentale nell’arte, nella cultura, nell’educazione, nella medicina, nelle comunicazioni. Se in questo periodo difficile legato al virus non siamo stati isolati completamente è anche grazie alle fibre ottiche che hanno permesso di tenere insieme le persone di tutto il mondo. La diagnostica medica sfrutta tantissimi strumenti ottici per giungere a risposte assai importanti per la nostra vita.

Ma allo stesso tempo la luce è un bene strettamente legato a quei principi fondativi dell’UNESCO, educazione uguaglianza e pace, per cui ancora tanto c’è da fare. Basti pensare a quanti bambini nel mondo ancora oggi non possono studiare o leggere dopo il tramonto per la mancanza della luce. Celebrare la luce diventa così celebrare lo sforzo umano di conoscere non solo nella scienza.

Quest’anno avremmo voluto celebrare il giorno internazionale della luce con una bella manifestazione sul colle di Arcetri, luogo storico della fisica e riconosciuto come tale dalla European Physical Society dato che Galileo vi ha fatto i suoi ultimi studi e Fermi realizzato la sua famosa statistica.

Invece, guidati dalle circostanze, abbiamo deciso di realizzare una iniziativa online, che legherà insieme al colle di Arcetri altri luoghi fondamentali per la luce e la scienza, come l’osservatorio delle Canarie e quello di Merate e la Fondazione Volta a Como.

Insieme potremo vedere come la luce diventa strumento di indagine, di conoscenza; allo stesso tempo scopriremo alcune delle diverse forme che la luce può assumere e cercheremo di scoprire come sia possibile insegnare e studiare meglio il suo comportamento.


Venerdì 15 maggio alle 11:00 celebreremo la Giornata Internazionale della Luce con uno speciale webinar in collaborazione con CNR, INAF e la Fondazione Alessandro Volta.

Leggi anche

Sostenibilità, biodiversità e clima: DeAScuola anche quest'anno al Festival della Scienza di Genova
L’esame di Stato 2019/2020 ai nastri di partenza!
Valutazione e Progettazione
La Giornata mondiale dell'Alimentazione 2020
I colori della Fisica, forme non tradizionali di didattica sperimentale
L’educazione civica come formazione alla cittadinanza attiva