Mind the STEM gap: gioco-installazione immersivo

Mind the STEM gap: gioco-installazione immersivo

Un gioco per superare gli stereotipi di genere e incoraggiare le bambine e ragazze ad intraprendere studi scientifici ideato da Fondazione Bracco, presso il giardino della Triennale Milano. 

Scienza e parità di genere sono ingredienti fondamentali per perseguire gli obiettivi dell’Agenda 2030 e costruire insieme un mondo sostenibile, equo e giusto. Sono tante le iniziative che affrontano il tema e provano a coinvolgere bambine e ragazze per renderle consapevoli e stimolarle, abbattendo i pregiudizi e gli stereotipi. 

In questa cornice, in occasione del 95° Anniversario del Gruppo Bracco, Fondazione Bracco, in linea con il proprio impegno per l’empowerment femminile,ha realizzato in collaborazione con Triennale Milano un’installazione immersiva sui temi del manifesto “Mind the STEM Gap”, che sostiene l’accesso femminile alle discipline scientifiche, superando gli stereotipi di genere. 

In questa cornice, in occasione del 95° Anniversario del Gruppo Bracco, Fondazione Bracco, in linea con il proprio impegno per l’empowerment femminile,ha realizzato in collaborazione con Triennale Milano un’installazione immersiva sui temi del manifesto “Mind the STEM Gap”, che sostiene l’accesso femminile alle discipline scientifiche, superando gli stereotipi di genere.

Mind the STEM Gap” propone un’esperienza di edutainment immersiva e memorabile, pensata per giocatori dai 10 anni di età in su: l’installazione, simile a un’astronave circolare, con una veste che omaggia il design italiano, permette di accedere al videogioco didattico attraverso 16 postazioni dotate di visori ottici e joystick. Le ragazze e i ragazzi, ma anche gli adulti, sono invitati a intraprendere un viaggio virtuale che prenderà le mosse dal giardino di Triennale. Utilizzando la piattaforma di gioco Roblox, ogni livello sarà dedicato a un sapere scientifico con sfide interattive, dalla fisica all’astronomia, in un percorso che dall’infinitesimale delle molecole porterà il viaggiatore all’immensità dello spazio, e sarà introdotto da una “Virgilia”, una scienziata del passato che si è distinta in quella disciplina, vero e proprio modello di ruolo. 

I dati della ricerca di World Bank 2020, dimostrano che nel mondo, solo il 35% degli iscritti alle facoltà STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) sono donne, con differenze rilevanti se si considerano le diverse discipline: solo il 7% delle donne decide di studiare ingegneria, rispetto al 22% degli uomini. Una ricerca di UN Women, 2021, evidenzia che solo il 39% dei ricercatori accademici e il 12% dei membri delle accademie scientifiche nazionali sono donne, sebbene costituiscano rispettivamente il 55% degli iscritti ai master e ai corsi di dottorato. 

Proprio per questo è necessario uno sforzo collettivo da parte della comunità educante, delle aziende e del mondo del terzo settore, soprattutto date le crescenti richieste dal mondo del lavoro di più professioniste e professionisti specializzati in materia STEM. 

L’installazione, in dialogo tematico con la 23^ Esposizione Internazionale dal titolo “Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries” (15 luglio – 11 dicembre 2022), sarà esposta presso il Giardino Giancarlo De Carlo di Triennale Milano (viale E. Alemagna 6 Milano) dal 1° luglio al 31 ottobre 2022 con accesso gratuito. A completamento dell’esperienza, tutti i visitatori del mondo scuola visiteranno la mostra Unknown Unknowns. 

Per i dettagli sugli orari di visita, le modalità di prenotazione e altre informazioni potete scrivere a Scuole@fondazionebracco.com o prenotare la vostra visita all’inaugurazione dal seguente link.

Da ottobre prenderà il via un progetto formativo per docenti, studentesse e studenti sul tema ideato in collaborazione con Fondazione Bracco. 

Leggi anche

Qual è la città più vicina? Pianificare i servizi regionali con il diagramma di Voronoi
Dalle frazioni ai numeri decimali
Didattica STEM con Cuore, Mani e Testa
Creatività e immaginazione per superare gli stereotipi della Matematica
“Doremat - La musica della matematica”: simmetrie e traslazioni
Matematica quotidiana: lo scontrino della spesa