Attività per una didattica motivazionale e inclusiva nelle materie STEM

17/03/2016

Stando alle ultime indagini internazionali sulle competenze degli studenti adolescenti OCSE-PISA e TIMSS, l’Italia è uno dei Paesi in cui c’è maggior bisogno di intervento nelle materie STEM .

De Agostini Scuola supporta i docenti con Motivare, Coinvolgere e Divertire con la Matematica e A scuola di Scienza, due convegni dedicati alla didattica della matematica e delle scienze con alcuni tra i più noti esperti in Italia. Ampio spazio dei convegni è dedicato alla didattica motivazionale e inclusiva, per abbattere rigidità dure a morire (la matematica come un macigno insormontabile che solo qualche cervello fino riuscirà a scalare) e stereotipi come quello di genere che vorrebbe le ragazze meno predisposte per la matematica e meno inclini alle facoltà scientifiche dei compagni maschi.

In questo articolo proponiamo alcune attività presentate nei convegni: invitiamo i docenti a scaricarne le schede, utilizzarle in classe e condividere in questo spazio le loro esperienze.

Le attività sono state realizzate da Paola Morando – Università degli Studi di Milano.

Motivare, Coinvolgere e Divertire con la Matematica

Ecco le attività, graduate per grado scolastico, con cui sperimentare in classe creatività, partecipazione attiva e apprendimento attraverso il gioco.

Scuola primaria

MATE-TOMBOLA! 

L’obiettivo di questo gioco è quello di rafforzare le abilità di calcolo mentale dei bambini, stimolandoli a ripetere più volte semplici operazioni per decidere se qualcuna di quelle riportate sulla propria cartella ha per risultato il numero appena estratto dall’insegnante.

 

Scuola secondaria di primo grado 

MATH-MEMORY
L’obiettivo di questo gioco è quello di rendere automatica l’associazione di alcune semplici equazioni lineari con i grafici delle rette corrispondenti (bisettrici dei quadranti e loro traslate, rette parallele agli assi coordinati). Lo sviluppo di tale automatismo potrà risultare utile anche nello svolgimento di esercizi di tipo più tradizionale.

MATH-TWINS
L’obiettivo di questo gioco è quello di rendere familiare lo studente con le proprietà delle potenze.Può essere giocato in due modalità, una più rapida e una seconda a squadre per stimolare aspetti di cooperative learning tra gli studenti.

 

Scuola secondaria di secondo grado 

INDOVINA LA FUNZIONE
Attraverso questo gioco lo studente impara a identificare e descrivere le caratteristiche salienti di grafici di funzioni elementari.

A Scuola di Scienza

Propone approfondimenti, aggiornamenti e attività laboratoriali interattive, affidati ad alcuni tra i maggiori esperti di scienza, didattica e divulgazione scientifica. Obiettivo: mettere a punto i temi e i metodi didattici innovativi utili per favorire un apprendimento integrato e attivo delle scienze. Le Indicazioni nazionali dicono che le discipline scientifiche del curricolo (Biologia, Chimica, Scienze della Terra) vanno insegnate in modo dinamico e trasversale, affinché si trasformino in competenza scientifica per i cittadini di domani: gli studenti con un background solido nelle materie scientifiche saranno così in grado di interpretare e interagire con l’ambiente naturale che li circonda in modo autonomo e responsabile. Una rivoluzione che comincia in classe, il primo vero network dove “imparare a imparare”, tutti insieme.

 

> Vai al progetto Le ragazze vogliono contare!

In «Matematica e Scienze»

Il mimo al buio, il telefono senza fili multisensoriale e le attività del progetto weDRAW da portare in classe

24/09/2018 da redazione DeaScuola

Chi l’ha detto che aritmetica e geometria sono materie noiose? Un gruppo di ricercatori prova a sfatare questo mito sviluppando nuovi giochi multisensoriali per stimolare i bambini della scuola primaria a scoprire aritmetica e geometria in modo alternativo e divertente...

leggi

Quale INVALSI per l’ultimo anno di scuola secondaria di secondo grado?

19/09/2018 da Giorgio Bolondi

L’Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione – la Maturità, per usare il termine comune e familiare – vive da alcuni anni un periodo in cui regna l’incertezza. Una prima ipotesi di buon senso voleva che l’Esame venisse riorganizzato (ridisegnato?) nel momento in cui la prima coorte di studenti che aveva frequentato fin dall’inizio il secondo ciclo riformato, con i nuovi indirizzi, le nuove Indicazioni Nazionali e le nuove Linee Guida, fosse giunta al termine del percorso...

leggi

Per iniziare bene… giochiamoci su!

11/09/2018 da Paola Morando

Eccoci qua, pronti per ricominciare. Tra qualche giorno saremo di nuovo in classe, di fronte a ragazzi più abbronzati, più alti, forse anche più maturi di quelli che abbiamo lasciato a giugno, ma non facciamoci illusioni: dai più silenziosi ai più irrequieti, sono tutti ancora con la testa in vacanza! Sappiamo per esperienza che ci vorranno almeno un paio di settimane per riuscire a ottenere tutti i libri, i quaderni e soprattutto tutti i cervelli accesi ed è quindi perfettamente inutile accanirsi nel disperato tentativo di iniziare da subito a svolgere il programma...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA