Per iniziare bene… giochiamoci su!

11/09/2018

Eccoci qua, pronti per ricominciare. Tra qualche giorno saremo di nuovo in classe, di fronte a ragazzi più abbronzati, più alti, forse anche più maturi di quelli che abbiamo lasciato a giugno, ma non facciamoci illusioni: dai più silenziosi ai più irrequieti, sono tutti ancora con la testa in vacanza!

Sappiamo per esperienza che ci vorranno almeno un paio di settimane per riuscire a ottenere tutti i libri, i quaderni e soprattutto tutti i cervelli accesi ed è quindi perfettamente inutile accanirsi nel disperato tentativo di iniziare da subito a svolgere il programma.

Perché invece non lasciarsi trasportare dalla corrente, assecondare questa lenta ripresa e utilizzare le prime settimane di scuola per provare a fare breccia negli atteggiamenti matematofobici dei nostri studenti? I ritmi più blandi di inizio anno ci offrono infatti un’occasione unica per sperimentare una didattica un po’ meno tradizionale e per provare magari a utilizzare qualche gioco con l’obiettivo, da un lato, di sdrammatizzare questa materia così ostica, e dall’altro di coinvolgere anche gli studenti più pigri e più timorosi.

Possiamo, per esempio, utilizzare le Paludi Matematiche presenti nel kit didattico Play4Math per creare un percorso utile a ripassare operazioni e confronti tra frazioni. L’idea del gioco è semplice: il giocatore tira il dado e, detto n il valore ottenuto, individua la casella di arrivo, ovvero quella dove si troverebbe avanzando di n caselle. A questo punto, per decidere se spostare o meno il proprio segnalino, il giocatore sostituisce il valore n nell’espressione contenuta in tale casella e stabilisce il valore di verità della disuguaglianza così ottenuta. Se la disuguaglianza è vera, il giocatore avanza spostando il proprio segnalino nella casella di arrivo, mentre, in caso contrario, resta fermo nella casella di partenza. Vince il giocatore che arriva per primo alla fine del percorso.

Il fatto che, attraverso il lancio di un dado, il fattore “fortuna” svolga un ruolo cruciale nel gioco stimola la partecipazione attiva degli studenti, riducendo l’ansia da prestazione. Infatti, se da un lato un’eventuale sconfitta può essere facilmente attribuita a un colpo di sfortuna, dall’altro una vittoria non completamente meritata può risultare estremamente utile per rafforzare l’autostima degli studenti con maggiori difficoltà, aiutandoli ad affrontare il nuovo anno scolastico con la fiducia e la grinta necessarie!


Play4Math integra il corredo docente dei seguenti corsi di matematica di De Agostini Scuola:

Esatto!: Edizione Tematica ed Edizione Curriculare

Al quadrato: Edizione Tematica ed Edizione Curricolare

Math Genius: Edizione Tematica ed Edizone Curricolare

Digimat +

Matematica Insieme

Digimat

Punto Mat

 

In «Matematica e Scienze»

Indagando la geometria di una squadretta origami

15/03/2019 da Maria Luisa Spreafico

Da alcuni anni cerco di rendere la matematica più tangibile agli studenti (dagli alunni di scuola primaria a quelli universitari) ricorrendo all’antica arte della piegatura della carta: l’origami...

leggi

La simulazione di seconda prova scritta di Matematica e Fisica con l’uso della calcolatrice grafica CASIO FX-CG50

07/03/2019 da Gruppo Formatori Casio

Dall’analisi dei problemi e dei quesiti della prima simulazione della prova di Matematica e Fisica per l’Esame di Stato del 28 febbraio 2019, risulta evidente come si possa utilizzare la calcolatrice grafica CASIO FX- CG50 per affrontare la prova consentendo di mettere in evidenza le conoscenze, abilità e competenze dello studente in accordo con i Quadri di riferimento...

leggi

La simulazione di seconda prova scritta di Matematica e Fisica con l’uso della calcolatrice grafica TI Nspire CX (Texas Instruments)

04/03/2019 da Formatori T3 Italia

Il 28 febbraio scorso è stata pubblicata dal MIUR la prima delle due simulazioni di seconda prova scritta di Matematica e Fisica per il Liceo scientifico. Dalla lettura del testo di questa simulazione sembra che il gruppo di esperti che al MIUR si occupa della prova di Matematica e Fisica abbia aggiustato il tiro e cercato di avanzare una proposta più vicina a quello che effettivamente si riesce a svolgere in classe durante le ore di Matematica e di Fisica...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA