Life Skills: le 10 competenze che migliorano la vita degli studenti

04/04/2017

Se ne parla nei libri di coaching, fra gli esperti di selezione del personale e fra i banchi di scuola. Sono le Life Skills, le competenze trasversali ritenute ormai fondamentali per una crescita (personale prima e professionale poi) capace di renderci persone positive, versatili e pronte ad affrontare i cambiamenti della vita.

Potenzialmente le Life Skills possono essere innumerevoli, ma – specifica l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)- “emerge l’esistenza di un nucleo fondamentale di abilità che sono alla base delle iniziative di promozione della salute e benessere di bambini e adolescenti”.

Questo nucleo fondamentale è costituito da 10 competenze, che possono essere raggruppate in 3 macro- aree:

1) Life Skills EMOTIVE:

  • consapevolezza di sè – Self Awareness
  • gestione delle emozioni – Coping with emotion
  • gestione dello stress- Coping with stress

2) Life Skills RELAZIONALI:

  • empatia- Empathy
  • comunicazione efficace- Effective Communication
  • relazioni efficaci- Interpersonal Relationship skills

3) Life Skills COGNITIVE:

  • risolvere i problemi- Problem Solving
  • prendere decisioni- Decision Making
  • pensiero critico- Critical Thinking
  • pensiero creativo- Creative Thinking

Le Life Skills possono essere insegnate ai più giovani con l’obiettivo di migliorare l’autostima e la fiducia, ed è lo stesso OMS ad indicare la scuola come ambiente ideale per l’allenamento.

Nell’educazione alle Life Skills i ragazzi devono essere attivamente coinvolti in un processo di insegnamento e di apprendimento dinamico. Il metodo utilizzato per facilitare questo coinvolgimento attivo prevedere il lavoro in piccoli gruppi o coppie, brainstorming, giochi di ruolo e dibattiti.
Una lezione di Life Skills può iniziare con stimolo a esplorare specifiche situazioni in cui le competenza trasversale sono richieste.

Anche la lettura è considerata un ottimo strumento per far avvicinare i ragazzi alle Life Skills. Appassionandosi alle vicende dei personaggi nei libri, i giovani lettori accrescono la loro empatia e soprattutto possono vivere esperienze al di fuori della quotidianità che diventano un modo per parlare della vita di tutti i giorni e un momento di confronto con l’altro.


 

Leggi anche:

> Le 8 competenze digitali che i vostri alunni devono coltivare

> Flipped Calssroom: ecco come prende il vita l’attività didattica del professor Grossi

© 2015-2017 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA