Progetto educativo One Planet One Future Milano

05/10/2018

One Planet One Future è un progetto di Anne de Carbuccia che usa fotografie, installazioni, video e conferenze per documentare i danni creati dall’uomo al pianeta: “quanto ancora abbiamo, quanto stiamo per perdere e quanto abbiamo già perso”. Il progetto One Planet One Future coinvolge le scuole con diverse proposte di lezione pensate per alunni di tutte le età.


One Planet One Future utilizza il linguaggio universale dell’arte per attirare la nostra attenzione sulla crisi ambientale che stiamo vivendo ed invitarci a modificare le nostre abitudini di consumo che contribuiscono a crearla.
Le fotografie di Anne de Carbuccia sono scattate in location e sono al tempo stesso un omaggio ai soggetti – acqua, habitat in pericolo, specie animali e culture in via de estinzione – e un esame impietoso degli effetti disastrosi dell’inquinamento e delle guerre.

> Qui i link alle FOTO e VIDEO.

Arte per l’ambiente

I TimeShrines sono fotografie di un sacrario composto da Anne di fronte a un soggetto naturale. Il sacrario contiene artefatti simbolici: la vanitas, tema artistico del sedicesimo secolo, un teschio come simbolo della futilità della vita terrena; la clessidra, per ricordarci che il tempo fugge e che la sabbia nella clessidra sta per finire; e elementi organici e oggetti scelti per il loro significato simbolico.
Il progetto educativo One Planet One Future collabora con scuole, licei e università per diffondere il messaggio e promuovere stili di vita sostenibili. One Planet One Future Milano, con le immagini e i video di Anne, è disponibile per visite gratuite, seminari ed eventi. I volontari accompagnano gli studenti in un percorso didattico che racconta la storia di ciascuna immagine e il suo messaggio.
Circa 1000 studenti accompagnati dai loro insegnanti hanno già visitato le mostre di Milano e New York.

La mostra

La mostra si trova nello storico quartiere industriale di Lambrate dove Anne de Carbuccia, per creare il suo studio, ha ristrutturato un gruppo di edifici degli anni ’20, mantenendone la struttura ed il design originali ma migliorandone l’efficienza energetica con pompe geotermiche e vernici ecologiche.
Gli studenti scopriranno le opere fotografiche in quattro spazi collegati tra loro da un cortile tradizionale. Ogni spazio è dedicato a un tema ed ha un elemento distintivo: l’area della piscina è dedicata al tema dell’acqua, la serra agli animali in via di estinzione, mentre lo spazio dedicato alle culture e habitat in pericolo include un’installazione creata dall’artista.
Al termine della visita gli studenti potranno vedere un documentario di 10 minuti nel quale, attraverso la ricostruzione dei suoi viaggi, Anne racconta il progetto One Planet One Future.

Esempi di temi di ricerca per tutti i livelli academici

  • Dall’arte delle fotografie alla scienza del cambiamento climatico;
  • Dalla scienza del cambiamento climatico alle azioni individuali possibili (sviluppo a cascata dei diversi temi);
  • Plastica negli oceani: rifiuti riciclabili, scienza della plastica biodegradabile;
  • Sviluppo della consapevolezza ambientale nell’interno del proprio territorio;

Chiedi ai tuoi studenti: cosa possiamo fare per creare un futuro sostenibile?

  • Lezioni integrate presso il nostro spazio. Gli argomenti trattati dagli educatori includono l’acqua, i rifiuti e le specie in via di estinzione, con analisi e domande che variano in funzione dell’età degli studenti.
  • Gare di recycling
  • Progetti artistici (crea il tuo shrine)
  • Comitati degli studenti per iniziative sostenibili possibili
  • Lettere al pianeta

ART  >>>>>>>   AWARENESS  >>>>>>>> ACTION

Il progetto One Planet One Future coinvolge le scuole con le diverse proposte di lezione.

Per informazioni: fabiana@oneplanetonefuture.org |www.oneplanetonefuture.org |Via Conte Rosso, 8 | 02 26417266

In «Didattica»

“Fotografi di classe” 2019: il Paese che vorrei

14/01/2019 da Redazione Geografia

  Quali paesaggi, intorno a noi, ospitano la bellezza che vorremmo preservare per il futuro? Quali ambienti, invece, sono simbolo di un degrado che dobbiamo impegnarci a sconfiggere? In quali spazi si mettono in atto progetti per costruire una società più giusta e interculturale, e chi sono i loro protagonisti? Dove si trovano, invece, esempi di emarginazione su cui richiamare l’attenzione? L’edizione 2019 del concorso “Fotografi di classe”, dal tema “Il Paese che vorrei...

leggi

Giorno della Memoria: proposte didattiche per una lezione non retorica

20/12/2018 da redazione DeaScuola

Come si può raccontare l’orrore dell’Olocausto agli studenti? Come è possibile parlare della Shoah e del Giorno della Memoria anche se sono lontani dal periodo storico che si sta studiando? La Memoria non si insegna...

leggi

Il colloquio orale nell'Esame di Stato 2019: cosa e come cambia?

13/12/2018 da Vanessa Kamkhagi

Con un Comunicato stampa del 26 novembre il MIUR, in linea con il D. Lgs. 62/2017, ha definito i quadri di riferimento per la predisposizione delle due prove scritte del nuovo Esame di Stato per la secondaria di secondo grado (qui trovate il nostro commento alla prima prova dell’Esame di Stato), e ribadito alcuni aspetti riguardanti il colloquio...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA