La calcolatrice grafica nella seconda prova scritta dell’esame di Stato

05/04/2018

Il 4 aprile 2018 è stata pubblicata dal MIUR la nota sull’uso delle calcolatrici scientifiche e/o grafiche all’esame di Stato, con l’elenco dei modelli che si possono utilizzare. Si trova qui.

Sono permesse le calcolatrici grafiche purché non siano CAS (Computer Algebra System), ovvero non abbiano capacità di calcolo simbolico.
Le calcolatrici grafiche erano state permesse nell’esame del 2017, ma con questa circolare il MIUR torna in modo più preciso sulla questione, pubblicando anche un elenco di modelli permessi (delle quattro maggiori case produttrici mondiali di calcolatrici: Casio, HP, Sharp e Texas Instruments).
In questo modo l’Italia si è allineata con molti altri Paesi che da tempo permettono nelle prove d’esame modelli CAS o non-CAS. L’elenco permetterà alle Commissioni di controllare in modo rapido se le calcolatrici in possesso dei candidati rientrano tra quelle autorizzate.
Nella tabella allegata alla circolare, accanto ai modelli più recenti, sono anche elencati dei tipi di calcolatrici non più in commercio. Questo per permettere agli studenti di utilizzare dei modelli, “vecchi” al massimo di 5 anni, già in loro possesso.
Viene ribadito che le calcolatrici grafiche sono autorizzate nella seconda prova scritta per tutti gli indirizzi di studio; quindi possono essere utilizzate anche nella seconda prova delle discipline scientifico tecniche, non solo nei licei scientifici.
Come si era previsto, occorre una formazione didattica degli insegnanti, oltre a quella degli studenti, per utilizzare questi strumenti.
Prima di tutto occorre trasmettere agli studenti che per usare queste calcolatrici è necessario conoscere bene la matematica. La calcolatrice grafica (non CAS) può permettere di controllare dei calcoli e di visualizzare velocemente dei grafici, ma bisogna saperla guidare e sapere interpretare ciò che si vede sul display per poi motivare sul compito d’esame quel che si vede nel grafico.
Tuttavia è indubbio che, se ben usate, le calcolatrici grafiche possono fornire un grande aiuto durante la prova!

Per spunti sull’uso didattico della calcolatrice grafica nell’insegnamento della matematica si rimanda al volume di L. Tomasi Calcolatrici grafiche e prova d’Esame, presente nel KIT per l’Esame di Stato, parte del corredo per l’insegnante del corso LA matematica a colori edizione Blu di L. Sasso, disponibile da metà aprile.

In «Matematica e Scienze»

L’oggetto nascosto, ovvero… giochiamo con le rette!

11/12/2018 da Paola Morando

Avrete forse avuto modo di notare come, nonostante l’enorme quantità di esercizi di geometria analitica che gli studenti affrontano durante la loro carriera scolastica, molti di loro facciano ancora fatica a collegare le soluzioni della disequazione y < x – 2 con la regione del piano che si trova sotto alla retta di equazione y = x – 2 ...

leggi

Una tombola... rettificata! Come ripassare la geometria analitica giocando in classe

06/12/2018 da Paola Morando

Natale si avvicina, e con esso la fine del primo periodo didattico. Già da qualche settimana gli studenti si aggirano guardinghi per i corridoi, cercando di schivare ora una verifica, ora un’interrogazione e, quando arrivate in classe, vi accolgono con uno sguardo di terrore misto a speranza… “Magari almeno quella di Matematica oggi non interroga”, sussurrano fiduciosi...

leggi

Disastri idrogeologici e matematica: un compito di realtà da replicare in classe

30/11/2018 da Alice Marro

A metà novembre, dopo settimane di pioggia e disastri dal nord al sud dell’Italia, finalmente è tornato il sole, ma intorno a noi si continuano a vedere immagini e video della devastazione che questi eventi atmosferici hanno lasciato dietro di loro...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA