E20/ L'attualità in classe. Siria, i negoziati per la pace partono in salita

08/03/2016

Dopo quasi 5 anni di guerra, 300 mila morti, oltre 4 milioni di profughi e altri 7,6 milioni di sfollati interni, il 18 dicembre 2015 i leader mondiali raggiungono all’Onu l’accordo per la transizione politica in Siria: dovrebbe portare all’inizio delle trattative sul futuro del Paese e a una tregua contestuale fra le opposizioni e il regime, che consentirebbe di concentrare gli sforzi bellici contro Isis e altri gruppi terroristici come Al Nusra, conducendo alle elezioni entro l’estate del 2017. Gli ostacoli più difficili sono tre: il destino del presidente Bashar al Assad, la definizione dei gruppi considerati terroristici, e quella degli oppositori ammessi al tavolo della trattativa. Tuttavia, mentre le diplomazie continuano a discutere per trovare un piano comune, in Siria la guerra continua.

Leggi lo speciale su E20 >

 

Gli articoli di E20 sono corredati da video e contenuti multimediali selezionati per la lezione in classe. Qui puoi trovare tre dei contenuti multimediali proposti sull’argomento della guerra in Siria:

 

guerra in siriaCent’anni dall’accordo Sykes-Picot: così è nato il Medioriente di oggi

Durante il primo conflitto mondiale il diplomatico britannico, Sir Mark Sykes, e il suo omologo francese François Georges-Picot tracciando una linea nel deserto su una mappa, spartirono tra Francia e Regno Unito i territori della cosiddetta Mezzaluna fertile. > Guarda il video

siria video animato spiegazioneChe cosa succede in Siria e perché? La guerra spiegata con un disegno

Le radici del conflitto in Siria affondano in 2000 anni di storia. Questo video ve li racconta in 9 minuti. La clip realizzata da #WHYMAPS è diventata virale subito dopo gli attacchi di Parigi collezionando milioni di visualizzazioni sui social network. > Guarda il video

siria video 3La differenza tra sunniti e sciiti spiegata in 2’ con un’animazione

Le sanguinose guerre in corso in Siria, Iraq, Yemen e altri Paesi musulmani nascono da due visioni, quella sunnita e quella sciita, islamiche che si confrontano da 1400 anni. Il punto cruciale della discordia è su chi sia e che ruolo debba avere il khalifa, il califfo, cioè il successore di Maometto. > Guarda il video

Leggi lo speciale su E20 >

In «Lettere e storia»

E20. L'attualità in classe. Storia dell'Unione Europea

15/05/2019 da Enrico Caporale

Minacciata dai movimenti euroscettici, piegata dalle diseguaglianze economiche e divisa sulla gestione dei migranti, l’Europa va al voto. “Dai Trattati di Roma del 1957 che diedero vita all’attuale Unione – sottolinea il direttore de La Stampa Maurizio Molinari – si tratta delle elezioni più importanti...

leggi

Slavery on Film: una proposta di laboratorio CLIL

In Italia la disciplina più “gettonata” per l’insegnamento CLIL è la storia, probabilmente per la possibilità di approfondire la conoscenza dell’altro e per le opportunità interdisciplinari...

leggi

Prima prova: il commento alla seconda simulazione del 26 marzo

Come già per la precedente simulazione della prima prova del 19 febbraio, anche questa volta nel formulare le tracce il MIUR sembra aver recepito e tradotto in pratica le indicazioni del Documento elaborato dal gruppo di lavoro...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA