Lavorare in classe con robot e coding

25/06/2018

I computer sono sempre più presenti nella nostra vita, soprattutto se pensiamo che sono computer anche smartphone, tablet, console di giochi e tanti altri dispositivi elettronici. Spesso, però, ci limitiamo a utilizzarli in maniera passiva. Giochiamo con un videogame, navighiamo in un sito web e poco più. Usufruiamo, insomma, di contenuti che altri hanno già preparato per noi. È come se potessimo percorrere solamente le strade già tracciate dagli altri.

E se cominciassimo a creare noi strumenti e contenuti interattivi?

I contenuti qui raccolti, dedicati al coding, sono stati progettati per sperimentare un utilizzo avanzato di Scratch​, le cui funzionalità di base sono presentate nel volume ​”Technologica C – Coding e Robotica“.

Questo software ha una variante liberamente scaricabile, denominata mBlock, che permette di utilizzare il robot mBot, descritto nello stesso libro di testo. Le proposte operative qui pubblicate consentono di  lavorare in classe con il robot utilizzando anche i listati in allegato​.


  1. mBot e il robot marziano. Quando la comunicazione con un robot è lenta

    Supponiamo di mandare un rover a esplorare la superficie di Marte, un semplice robot “stupido”  telecomandato dalla Terra. In questo caso l’intelligenza è quella remota della persona o del computer che lo controlla.
    Fra i vari problemi che dobbiamo risolvere, ce n’è uno che forse non ci aspettiamo: il ritardo di comunicazione.

> Continua a leggere il contributo di Enrico Colombini

In «Matematica e Scienze»

Indagando la geometria di una squadretta origami

15/03/2019 da Maria Luisa Spreafico

Da alcuni anni cerco di rendere la matematica più tangibile agli studenti (dagli alunni di scuola primaria a quelli universitari) ricorrendo all’antica arte della piegatura della carta: l’origami...

leggi

La simulazione di seconda prova scritta di Matematica e Fisica con l’uso della calcolatrice grafica CASIO FX-CG50

07/03/2019 da Gruppo Formatori Casio

Dall’analisi dei problemi e dei quesiti della prima simulazione della prova di Matematica e Fisica per l’Esame di Stato del 28 febbraio 2019, risulta evidente come si possa utilizzare la calcolatrice grafica CASIO FX- CG50 per affrontare la prova consentendo di mettere in evidenza le conoscenze, abilità e competenze dello studente in accordo con i Quadri di riferimento...

leggi

La simulazione di seconda prova scritta di Matematica e Fisica con l’uso della calcolatrice grafica TI Nspire CX (Texas Instruments)

04/03/2019 da Formatori T3 Italia

Il 28 febbraio scorso è stata pubblicata dal MIUR la prima delle due simulazioni di seconda prova scritta di Matematica e Fisica per il Liceo scientifico. Dalla lettura del testo di questa simulazione sembra che il gruppo di esperti che al MIUR si occupa della prova di Matematica e Fisica abbia aggiustato il tiro e cercato di avanzare una proposta più vicina a quello che effettivamente si riesce a svolgere in classe durante le ore di Matematica e di Fisica...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA