Le canzoni? Sono espressioni poetiche, e il Nobel a Bob Dylan lo conferma

13/10/2016

Il Nobel per la Letteratura 2016 è andato al cantante Bob Dylan per aver “creato una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana”. Lo ha comunicato il 13 ottobre 2016 il Comitato dei Nobel a Stoccolma.

Al tema dei testi delle canzoni d’autore che possono essere letti e studiati come si studiano i romanzi e le poesie è dedicato uno dei Percorsi del manuale di letteratura di Claudio Giunta, professore e autore De Agostini del manuale Cuori Intelligenti.

Le canzoni che si sono scritte negli ultimi tre-quattro decenni sono più complesse, profonde, elaborate di quelle che si scrivevano cent’anni fa. Come ha scritto un grande poeta e critico letterario, Franco Fortini (I poeti del Novecento, Laterza, Roma-Bari 1984):

[Nella seconda metà del Novecento è] largamente mutata la sensibilità linguistica di tutta una fascia di pubblico, [che oggi] accetta quel che fino a poco tempo fa poteva essere considerato spericolato esercizio d’avanguardia. Lo spessore cul- turale raggiunto da questi testi1 è ormai inseparabile da quello delle ricerche della poesia “vestita da poesia”.

Questo raffinamento nella qualità letteraria delle canzoni è dipeso anche dal fatto che è cambiato, in questi anni, il profilo culturale di coloro che scrivono (e spesso cantano) le canzoni. Vale a dire che tra il mondo della canzone e quello della cultura “alta” (e tra il mondo dei cantanti e quello dei poeti) c’era in passato una distanza che è andata rapidamente riducendosi da quando la canzone ha dimostra- to di poter essere un genere serio, capace di comunicare contenuti significativi e, insieme, di raggiungere un pubblico vastissimo.

>> In occasione dell’assegnazione del Nobel per la Letteratura a Bob Dylan, mettiamo a disposizione di tutti e in libero download la prima parte del Percorso “La Canzone” a firma Claudio Giunta. Clicca qui per scaricare il PDF.

In «Lettere e storia»

I muri nel mondo: una presentazione interattiva da costruire in classe

Come possiamo rendere una lezione di Geostoria particolarmente stimolante per la classe? Proponiamo di coinvolgere gli studenti nella creazione di presentazioni interattive, con l’aiuto di semplici applicazioni come StoryMap JS, adatte alla narrazione spazio-temporale di eventi e processi storici...

leggi

Maturità 2019: qualche certezza in più sulla prossima prova d'italiano

21/02/2019 da redazione DeaScuola

La prima impressione, aprendo i pdf messi in linea dal MIUR per la simulazione della prima prova di italiano, è che le tracce siano più in linea con il Documento di lavoro della commissione Serianni, i testi scelti siano più stimolanti (anche se per converso più impegnativi), le consegne risultino formulate in maniera più chiara, articolata e puntuale rispetto a quanto pubblicato a dicembre 2018...

leggi

Tematizzare in storia: due attività didattiche per la classe

A scuola raggruppare le informazioni in base alla loro coerenza è un’operazione molto utile: tematizzare ti permette di organizzare le lezioni e, al tempo stesso, aiuta gli studenti nella memorizzazione...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA