Una tombola... rettificata! Come ripassare la geometria analitica giocando in classe

06/12/2018

Natale si avvicina, e con esso la fine del primo periodo didattico. Già da qualche settimana gli studenti si aggirano guardinghi per i corridoi, cercando di schivare ora una verifica, ora un’interrogazione e, quando arrivate in classe, vi accolgono con uno sguardo di terrore misto a speranza… “Magari almeno quella di Matematica oggi non interroga”, sussurrano fiduciosi.

Ma sì, in fondo è quasi Natale: perché non provare a stupirli e invece che fare lezione proporre una… partita a tombola?!? Beh, a essere onesti non si tratta esattamente di una tombola tradizionale, ma di un gioco che vi permette di fare un bel ripasso di geometria analitica!

Per iniziare scegliete 30 rette, che saranno quelle che estrarrete al posto dei numeri da 1 a 90, e scrivetene le equazioni su altrettanti foglietti.

Preparate poi le cartelle della tombola (una per ogni studente) utilizzando la metà di un foglio di quaderno e suddividendolo in 6 caselle.

In ogni casella indicate una caratteristica che sia verificata da (almeno) una delle rette che avete scelto. Per esempio in una tessera potreste scrivere: “passa per l’origine”, “non è parallela all’asse delle ascisse”, “interseca la bisettrice del primo e terzo quadrante”, “non è ortogonale a una retta di coefficiente angolare 2” e così via.

Fate attenzione a mettere in una stessa cartella sei diverse tipologie di richieste e a ispirarvi a sei rette diverse per completare una stessa cartella. Ovviamente potete ripetere una stessa condizione in varie cartelle, magari anche scrivendola in forme diverse: per esempio, la richiesta che la retta sia parallela all’asse delle ordinate coincide con la richiesta che la retta sia perpendicolare all’asse delle ascisse o che la retta sia parallela alla retta di equazione x = 𝜋.

Per cominciare a giocare, inserite i foglietti sui quali avete scritto le equazioni delle rette in un sacchettino o in una busta, distribuite una cartella e alcuni piccoli post-it a ogni studente e date il via all’estrazione!

Estraete la prima retta e scrivetene l’equazione alla lavagna assegnandole il nome r1. Ogni giocatore dovrà verificare se la retta estratta soddisfa qualcuna delle proprietà indicate nella propria cartella e, in caso affermativo, attaccare un post-it con scritto “r1“ sulle relative caselle. Proseguite quindi estraendo le rette successive, facendo attenzione a non far trascorrere troppo tempo tra un’estrazione e l’altra per mantenere viva l’attenzione di tutti i giocatori.

Vince il primo giocatore che completa la propria cartella, facendo però in modo che a caselle differenti corrispondano rette differenti. Prima di premiare il fortunato vincitore, assicuratevi che abbia utilizzato le varie rette in modo corretto. Cosa si vince? Beh, potete portare un mini-panettone, oppure offrire un maxi-sconto sui compiti di Natale!

In «Matematica e Scienze»

L’oggetto nascosto, ovvero… giochiamo con le rette!

11/12/2018 da Paola Morando

Avrete forse avuto modo di notare come, nonostante l’enorme quantità di esercizi di geometria analitica che gli studenti affrontano durante la loro carriera scolastica, molti di loro facciano ancora fatica a collegare le soluzioni della disequazione y < x – 2 con la regione del piano che si trova sotto alla retta di equazione y = x – 2 ...

leggi

Disastri idrogeologici e matematica: un compito di realtà da replicare in classe

30/11/2018 da Alice Marro

A metà novembre, dopo settimane di pioggia e disastri dal nord al sud dell’Italia, finalmente è tornato il sole, ma intorno a noi si continuano a vedere immagini e video della devastazione che questi eventi atmosferici hanno lasciato dietro di loro...

leggi

Nuovi quadri di riferimento e griglie di valutazione per la Maturità 2019: il commento per la seconda prova del Liceo scientifico

28/11/2018 da Luigi Tomasi

Con un decreto ministeriale di poche righe, ma con molti allegati, il 26 novembre il Ministro dell’istruzione ha emanato i nuovi quadri di riferimento per la redazione e lo svolgimento delle prove scritte e le griglie di valutazione per l’attribuzione dei punteggi per gli esami di Stato...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA