Fake news, come sopravvivere in un mondo di bufale

08/11/2018

Dagli Stati Uniti alla Russia, dall’Italia al Medio Oriente: nell’era di Internet le fake news, o false notizie, sono un fenomeno globale. Dittatori, leader politici ma anche semplici cittadini le utilizzano per manipolare l’opinione pubblica e perseguire i propri interessi. La sfida è tale che la Nato sta assumendo un ruolo di primo piano nella battaglia contro le fake news, paragonandole a una vera e propria minaccia bellica, e la guerra dell’informazione fa ormai parte dei programmi di Difesa nazionali. Ma perché le bufale prosperano? E quali sono gli strumenti per difendersi?

Leggi lo speciale su E20 >
 

La Nato sente l’urgenza di definire una strategia per difendersi dagli hacker russi, il cui intento sembra essere quello di portare scompiglio dentro ai paesi occidentali, al fine di minare la stabilità tanto nella Nato, quanto nell’Unione Europea.

> Guarda il video

 

 

I suggerimenti di Facebook per indivuare le Fake News sul social network

> Guarda il video

 

 

 

Twitter ha sospeso in maggio e in giugno 2018 oltre 70 milioni di account sospetti di diffondere fake news, più di un milione al giorno. La tendenza resta la stessa in luglio.

> Guarda il video

 


 

> Vai allo speciale di E20

In «Lettere e storia»

I luoghi italiani della Grande Guerra a 100 anni dalla fine

29/10/2018 da Ilaria Polastro

Il 4 novembre 1918 l’armistizio di Villa Giusti sancisce la fine della Prima guerra mondiale – chiamata anche Grande Guerra – con la vittoria dell’esercito italiano sull’Impero austro-ungarico...

leggi

In classe con l'autore: il nuovo progetto di DeA Planeta Libri

01/09/2018 da redazione DeaScuola

Come trasformare i giovani di oggi in lettori accaniti? Come portarli a riflettere sui grandi temi di attualità e informazione? DeA Planeta Libri presenta il nuovo progetto “In classe con l’autore” per contribuire allo sviluppo della passione dei giovani per la letteratura e guidarli nella riflessione su tematiche importanti della cultura contemporanea, come il girl power, i valori di accoglienza ed amicizia, il razzismo e l’immigrazione...

leggi

#maturità2018: il commento di Claudio Giunta alla prima prova

20/06/2018 da Claudio Giunta

Forse non sono la persona giusta per parlare dell’Esame di Stato, perché ho molti dubbi circa il fatto che serva a qualcosa. Sospetto che un esame che viene superato dal 99.5% dei candidati (questo il dato del 2017) non sia veramente un esame ma una di quelle cose fatte pro forma, cioè retoricamente, nelle quali l’Italia è specialista...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA