Fake news, come sopravvivere in un mondo di bufale

08/11/2018

Dagli Stati Uniti alla Russia, dall’Italia al Medio Oriente: nell’era di Internet le fake news, o false notizie, sono un fenomeno globale. Dittatori, leader politici ma anche semplici cittadini le utilizzano per manipolare l’opinione pubblica e perseguire i propri interessi. La sfida è tale che la Nato sta assumendo un ruolo di primo piano nella battaglia contro le fake news, paragonandole a una vera e propria minaccia bellica, e la guerra dell’informazione fa ormai parte dei programmi di Difesa nazionali. Ma perché le bufale prosperano? E quali sono gli strumenti per difendersi?

Leggi lo speciale su E20 >
 

La Nato sente l’urgenza di definire una strategia per difendersi dagli hacker russi, il cui intento sembra essere quello di portare scompiglio dentro ai paesi occidentali, al fine di minare la stabilità tanto nella Nato, quanto nell’Unione Europea.

> Guarda il video

 

 

I suggerimenti di Facebook per indivuare le Fake News sul social network

> Guarda il video

 

 

 

Twitter ha sospeso in maggio e in giugno 2018 oltre 70 milioni di account sospetti di diffondere fake news, più di un milione al giorno. La tendenza resta la stessa in luglio.

> Guarda il video

 


 

> Vai allo speciale di E20

In «Lettere e storia»

Tematizzare in storia: due attività didattiche per la classe

A scuola raggruppare le informazioni in base alla loro coerenza è un’operazione molto utile: tematizzare ti permette di organizzare le lezioni e, al tempo stesso, aiuta gli studenti nella memorizzazione...

leggi

Maturità 2019: commento agli esempi di tracce per la prima prova scritta

21/12/2018 da Bianca Barattelli

PARTE SECONDA >> PER LEGGERE LA PRIMA PARTE VAI QUI Le prime tracce esemplificative diffuse dal MIUR il 14 dicembre scorso hanno certamente tolto un po’ di ansia rispetto alle novità (“tutto qui?” – hanno pensato in molti), ma non hanno fatto particolare chiarezza sulle modalità con le quali gli studenti potranno o dovranno redigere i loro elaborati...

leggi

Giorno della Memoria: proposte didattiche per una lezione non retorica

20/12/2018 da redazione DeaScuola

Come si può raccontare l’orrore dell’Olocausto agli studenti? Come è possibile parlare della Shoah e del Giorno della Memoria anche se sono lontani dal periodo storico che si sta studiando? La Memoria non si insegna...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA