Prove INVALSI: ai nastri di partenza!

28/03/2018

Tra pochi giorni le scuole avvieranno le rilevazioni standardizzate INVALSI secondo le novità previste dai recenti interventi normativi in materia di valutazione degli apprendimenti, secondo le date di svolgimento previste per i tre diversi ordini di scuola:

SCUOLA PRIMARIA:

03/05/2018: Le classi di V primaria sostengono le prove di Inglese

09/05/2018: Le classi di II e V primaria sostengono le prove di Italiano (la prova di lettura è svolta solo dalle classi II CAMPIONE)

11/05/2018: Le classi di II e V primaria sostengono le prove di Matematica

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO:

dal 04/04/2018 al 21/04/2018: Le classi di III secondaria di primo grado sostengono le prove di Italiano, Matematica e Inglese

dal 09/04/2018 al 12/04/2018: Le classi di III secondaria di primo grado CAMPIONE sostengono le prove di Italiano, Matematica e Inglese

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO:

dal 07/05/2018 al 19/05/2018: Le classi di II secondaria di secondo grado sostengono le prove di Italiano, Matematica

dal 08/05/2018 al 11/05/2018: Le classi di II secondaria di secondo grado CAMPIONE sostengono le prove di Italiano, Matematica


Le novità introdotte sono molteplici e vanno dalla rilevazione in inglese alla modalità di somministrazione computer based, oltre che al diverso rapporto che si instaura tra il curricolo di scuola, le rilevazioni standardizzate e la certificazione delle competenze maturate da restituire ad alunni e famiglie.
Ed è proprio per sostenere le scuole ed i docenti nell’affrontare al meglio le novità introdotte dal nuovo regolamento sulla valutazione (D. Lgs. 62/17) che sono stati organizzati una serie di webinar e di conferenze, nel corso dei quali abbiamo cercato di evidenziare gli aspetti della valutazione che sono stati completamente innovati oppure semplicemente sistematizzati, passando dalla prassi didattica alla disposizione normativa, e quali processi avviati negli ultimi anni sono stati, infine, portati a compimento.

Di seguito trovate i link per vedere le registrazioni dei nostri webinar in materia di prove INVALSI per le tre materie, ed esattamente:

1) Lingue straniere
Prof.ssa Maria Teresa Stancarone
Le competenze nella lingua inglese e le prove INVALSI, I grado, del 21 febbraio

Prove INVALSI di inglese 2018: Istruzioni per l’uso, I grado, del 1° marzo

2) Italiano
Prof.ssa Lerida Cisotto
In preparazione alla nuova prova INVALSI di Italiano, I grado, del 22 febbraio

L’approccio strategico ai testi e alle prove INVALSI, II grado, del 22 febbraio

3) Matematica
Prof. Giorgio Bolondi
In preparazione della nuova prova INVALSI di matematica, II grado, del 20 febbraio

In preparazione della nuova prova INVALSI di matematica, I grado, del 20 febbraio

Le richieste di ulteriori approfondimenti durante i webinar sono state molteplici e hanno evidenziato la necessità di fornire ulteriori risposte e chiarimenti attraverso il blog. Di seguito troverete le risposte ai quesiti posti durante il webinar del 1° marzo, in riferimento alle modalità di somministrazione delle prove INVALSI di Inglese.
Buona lettura!


> Per gli alunni privatisti è uguale la data di somministrazione?­

No, la scuola organizza una sessione in coda a quella ordinaria concordata con l’INVALSI.

> I tablet vanno bene­?

Si possono usare, ma è consigliato l’utilizzo della tastiera.

­>Per gli alunni DSA, come, quando e a chi comunicare l’eventuale esonero di una delle due parti della prova (Reading oppure Listening)?­

La segreteria ha compilato on line per ogni alunno la richiesta delle misure compensative o dispensative o l’esonero (scadenza 9/3/18) attraverso l’accesso all’Area riservata sul sito INVALSI.

­>Il gruppo può cambiare?­

Se si riferisce al gruppo di alunni rispetto alle tre giornate di rilevazione, sì.

> Nella prova di listening i ragazzi possono mettere in pausa l’audio?­

No.

> Se gli alunni sbagliano risposta, possono correggerla?­

Si, fino a quando il tempo lo consente (tenere presente che nella prova di listening la sequenza è data dalla piattaforma, non possono andare avanti e indietro nelle domande).

> Ai DSA si possono dare più strumenti compensativi?­ Tra le misure compensative per i DSA è possibile anche prevedere un donatore di voce per la prova di Reading?

Gli strumenti previsti sono i seguenti, non sono alternativi tra di loro e devono tutti essere stati funzionali a quanto previsto nel PDP:
– Misure compensative:
tempo aggiuntivo (fino a 15 min. per ciascuna prova)
dizionario
donatore di voce per l’ascolto individuale in audio-cuffia
calcolatrice
– Misure dispensative:
esonero dalla prova nazionale di lingua Inglese per gli alunni con DSA dispensati dalla prova scritta di lingua straniera o esonerati dall’insegnamento della lingua straniera

> I ragazzi possono svolgere gli esercizi di listening durante l’ascolto?­

Si

>Gli alunni possono usare le loro cuffie personali e non fornite dalla scuola?­

Si; ovviamente si consiglia di verificarne la funzionalità prima del giorno della prova.

­> Il docente responsabile della somministrazione della prova è il docente di lingua inglese della classe? Altrimenti come fa a leggere la prova a chi ne ha necessità?

Non dovrebbe essere né della classe, né di disciplina. L’INVALSI ha previsto il “donatore di voce” tramite software, quindi è fornito dal sistema.

­> Nella prova di lettura il ragazzo può anticipare la fine della prova?­

Si.

­> Se una scuola ha un solo laboratorio e un numero di 25 pc con cinque classi di 25 alunni?

Organizza turnazioni nell’arco delle giornate di somministrazione, come nella maggior parte dei casi.

> Tra i 40 minuti di Reading e i 40 minuti di Listening è prevista una pausa? Di quanto?­

Si, 10 minuti.

> La prova di inglese può essere somministrata a una classe e poi a un’altra­?

E’ prevista proprio la cosidetta flessibilità organizzativa, cioè lo svolgimento in momenti diversi per le classi o anche per gruppi di alunni della stessa classe.

­> Se i DSA non fanno questa prova e chiedono l’esonero non hanno diritto al diploma?­

Certo che hanno diritto, purchè nel PDP sia previsto l’esonero dalla lingua inglese scritta o in generale dalla lingua inglese, che è l’unico motivo per cui si può avere diritto all’esonero.

> Chi è dispensato dalla prova scritta di lingua, può non fare l’INVALSI d’inglese­?

Certo.

­> L’alunno dispensato interamente dalla prova non riceverà la certificazione INVALSI, quali sono le conseguenze?­

Nessuna.

­> Bisogna avere il certificato medico o decide l’insegnante se non fargli sostenere le prove INVALSI?

Deve essere stabilito a monte nel PDP.

­> Quando vengono date le credenziali agli alunni?­

Le credenziali vengono fornite alla scuola due giorni prima della somministrazione. L’alunno le riceve prima di sostenere la prova.

­> Non mi è chiaro: se un ragazzo con PEI non svolge la prova INVALSI, ma personalizzata creata dall’insegnante, è valida o no?

Non entra nel campione INVALSI, ma è valida come requisito di ammissione all’esame. Nel caso di prova differenziata, è opportuno che la scuola preveda la certificazione personalizzata da rilasciare all’alunno in sostituzione di quella dell’INVALSI.

© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA