Nasce DeA Formazione, una nuova area di servizi formativi!

13/04/2017

Per andare incontro alle priorità strategiche dal Piano per la formazione dei docenti 2016-19 De Agostini Scuola ha sviluppato DeA Formazione, una nuova area di servizi formativi rivolti al mondo della scuola. L’offerta comprende non solo iniziative in presenza e convegni, ma anche corsi di formazione a distanza in linea con le priorità strategiche e gli standard qualitativi del Piano Nazionale.

I percorsi online, strutturati in Unità formative della durata di circa 25 ore, saranno fruibili sul sito deaformazione.it, tramite una piattaforma di e-learning, che permette di simulare in tutto e per tutto una classe in presenza con “lezioni live” alternate a momenti di confronto e discussione, di elaborazione personale e di gruppo. Il tutto sotto una costante attività di tutoring, volta a promuovere la partecipazione attiva del docente, che diventa attore del processo formativo, e il lavoro collaborativo, con la creazione di una effettiva comunità di pratica.

I primi corsi che saranno erogati riguardano la Media Education, l’educazione a e con i media, e i giochi matematici saranno:

Media Education + percorso multimedialità

Un corso online per approcciare la Media Education e le tecnologie utili a rendere ancor più efficaci le scelte didattiche di un docente, attraverso webinar con gli autori, video e animazioni, momenti dedicati alla rielaborazione personale e al confronto con i colleghi e (su richiesta) mentoring progettuale.
La formazione prenderà il via il 24 aprile 2017 e si articolerà in 3 moduli:

  • Modulo 1 – MEDIA EDUCATION (ME): definizione e storia della ME, la ME nella scuola, le competenze mediali, le metodologie per la ME, la progettazione di percorsi, la valutazione.
  • Modulo 2 – MULTIMEDIALITÀ: percorsi pratici sull’uso della fotografia, del video e della comunicazione visuale e progettazione di un percorso di ME.
  • Modulo 3 – PROGETTAZIONE: predisposizione e sperimentazione in classe.

Alla fine è prevista la certificazione dei traguardi di competenza: dall’introduzione della Media Education nella progettazione e valutazione dei percorsi all’utilizzo di metodologie didattiche attive supportate dalle tecnologie digitali.

Media Education + percorso internet (Cloud e competenze digitali)

Sempre il 24 aprile avrà inizio anche un altro corso a distanza che, oltre a fornire una solida conoscenza storica, teorica e metodologica sulla Media Education (modulo 1), si propone di offrire ai docenti 2 itinerari pratici sull’uso di internet (modulo 2): si parte dalla conoscenza delle caratteristiche di internet e delle competenze digitali (ricerca in rete e sicurezza) per arrivare al Cloud computing e alla Google Suite (creazione di contenuti digitali e collaborazione online). Quindi, verrà chiesto a ogni docente di scegliere un mezzo, fra quelli presentati, per la progettazione e sperimentazione di un percorso personalizzato (modulo 3).
Al termine il docente conoscerà e saprà utilizzare strumenti operativi per la progettazione e la realizzazione di percorsi formativi Media Educativi attraverso l’utilizzo degli strumenti della rete. Un traguardo di competenza garantito anche dalla qualità e dall’autorevolezza dei formatori coinvolti in entrambi in percorsi sulla ME: docenti e ricercatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dell’Università degli Studi di Torino.

Giochi matematici

L’integrazione del gioco nella pratica didattica sarà, invece, il contenuto chiave del corso rivolto ai docenti di matematica. Infatti, il gioco matematico, promuovendo il coinvolgimento attivo e inclusivo degli studenti, permette di creare condizioni favorevoli per mettere a fuoco e chiarire concetti teorici, consolidare e verificare operativamente le competenze e attivare processi di cooperative learning.
Il percorso, della durata di 25 ore, comincerà il 24 aprile 2017 e si articolerà in 6 moduli. Alcuni di essi rispondono a precise esigenze di ordine didattico: cosa sono i giochi, perché usarli in classe? Come stimolare la creatività attraverso i giochi? Come adattare i giochi alle esigenze di tutti? Ma viene dato largo spazio anche ai giochi come strumento di sviluppo delle competenze e, più in generale, alla valutazione dei processi di apprendimento attivati dai giochi, anche alla luce delle prove Invalsi.
Formatore e autore: Giorgio Bolondi, docente di Didattica della matematica presso l’Università degli Studi di Bologna.

Scopri tutta l’offerta formativa di DeA Formazione

© 2015-2017 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA